Guida Viaggi

Guida Viaggi Madrid

Guida Viaggi Madrid

Madrid è una città affascinante ed efficiente, dall’eccitante vita notturna e dall’incredibile fermento culturale, meta di giovani provenienti da tutto il mondo che si stabiliscono in città per motivi di studio o di lavoro.

Arte e cultura sono visibili in ogni angolo della città, così come i tanti spazi di verde ed i parchi cittadini, decisamente ordinati, che costituiscono i polmoni della città oltre che utili aree di refrigerio nelle afose estati madrilene.

Visitare Madrid significa quindi immergersi in una città incantevole grazie anche alla gentilezza e all’ospitalità dei cittadini, sempre pronti a fornire informazioni a turisti in difficoltà.

Tra le principali attrazioni della capitale spagnola c’è il cosiddetto Triangolo dell’Arte formato dai tre principali Musei della città. Il più grande, nonché il più visitato al mondo dopo il Louvre, è il Prado: diversi piani ricchissimi di opere di Goya, Ribera, Murillo, El Greco, Rembrandt, Caravaggio, Velazquez, Botticelli e pittori fiamminghi catturano l’attenzione dei visitatori.

Il secondo Museo è il Reina Sofia. Dedicato a tutta la produzione artistica dal ‘900 in poi, ospita opere principalmente spagnole. Tra gli artisti presenti Dalì, Mirò e soprattutto Picasso con il suo capolavoro, il Guernica.

Chiude il Triangolo, la più grande collezione privata del mondo, il Museo Thyssen-Bornemisza in cui c’è anche un’ampia sezione dedicata all’arte italiana.

Assolutamente da vedere è il Palazzo Reale accanto al quale c’è la Cattedrale Almudena. Quest’ultima, dedicata alla Santa Protettrice di Madrid, è uno dei monumenti più visitati della città.

Il Palazzo Reale è la residenza ufficiale dei Re di Spagna ma viene utilizzato solo in caso di cerimonia ufficiali. Sono aperte al pubblico solo alcune stanze e l’affascinante armeria che custodisce armature, spade ed abbigliamenti militari utilizzati dai reali di Spagna sin dal XV secolo. In molte camere spicca l’arte italiana: dipinti del Tiepolo e di Luca Giordano, arazzi e mobili prodotti nel nostro paese campeggiano insieme ai ritratti del Goya e di altri artisti spagnoli.

Tra le piazze più belle della città ci sono Plaza Mayor e Plaza Cibeles. La prima chiusa da palazzi, è caratterizzata dai porticati sotto i quali ci sono bar e ristoranti con tavolini all’aperto; la seconda ha una splendida fontana al centro considerata una dei simboli di Madrid.

Da vedere sono anche Plaza de Toros con l’arena dove si organizzano, non più molto di frequente, le corride, il Parque del Retiro, un enorme area verde dove i madrileni si rilassano il week end e la Puerta del Sol, dove c’è la statua del simbolo di Madrid: l’orso che mangia da un albero di corbezzolo. E per lo shopping basta passeggiare lungo la Gran Vìa, piena zeppa di negozi.

Nonostante Madrid sia una città estremamente grande – basti pensare che nella sua area urbana vivono circa 6 milioni di persone – l’incredibile efficienza del sistema di trasporti pubblici fatto di 12 linee di metropolitane e bus che attraversano tutta la città raggiungendone anche gli angoli più nascosti – consente di visitarla in un tempo relativamente contenuto.

Una linea di metro collega anche l’aeroporto internazionale di Barajas con la città.

Vivere Madrid significa anche dormire poco. Qui c’è la vera movida spagnola: dal mercoledì alla domenica sera le strade di quartieri come Chueca e Malasana si riempiono di ragazzi che passano da un bar all’altro, da un locale ad una discoteca mangiando e bevendo facendo le ore piccole. Questi due barrios della città, insieme a quello maggiormente popolare e cosmopolita di Lavapies, sono i simboli della rinascita di Madrid in senso sociale e culturale. Da questo punto di vista la capitale spagnola è una delle città più all’avanguardia d’Europa, paragonabile a quelle dei paesi nordici. La vita notturna madrilena è inoltre fatta di tantissimi club e piccoli locali dove si può ascoltare ottima musica e bere sangria.

Una città con tutte queste attrazioni, mette a disposizione dei suoi turisti tantissime strutture ricettive, in particolare hotel ed affittacamere, in grado di rispondere alla domanda di ospitalità.

Trascorrere una periodo di vacanza a Madrid non può prescindere dal visitare il Mercato del Rastro. Aperto tutti i giorni fino alle 15, è sempre affollatissimo di persone a caccia dell’affare. Le bancarelle sono divise per tipologia di prodotto venduto e nessuna ha un prezzo fisso: come in ogni mercato delle pulci che si rispetti, la parola d’obbligo è contrattazione.

Merita un cenno anche la cucina madrilena. C’è da dire che a Madrid si mangia a tutte le ore, dalla mattina fino a notte fonda. Si va dai bar che servono tapas e cerveza, ai ristoranti di gran lusso. Tra i piatti tipici ci sono quelli a base di carne di agnello e vitello, il Cocido Madrileño, spezzatino con pasta, carne e verdura, il Callos Madrileños un misto di trippa e salsiccia o bacon ed infine molto apprezzata è la Sopa de Ajo, zuppa con aglio.

Infine, tutti gli amanti dello sport ed in particolare del calcio, devono visitare il Santiago Bernabeu, lo Stadio del Real. Il Museo di una delle squadre più titolate al mondo è ricco di coppe, trofei, foto commemorative, magliette e scarpe che ricordano i grandi successi della prima squadra della città.

Madrid è una città ricchissima in cui vale la pena fermarsi un tempo decisamente maggiore rispetto ad una semplice vacanza.

Ultimi articoli che hai visto

Guida Viaggi Caraibi

Tanzania: tra mare, safari e cultura

Uganda Railway – Kenya

Saona – Santo Domingo

Samana – Repubblica Domenicana

LEAVE A COMMENT