Guida Viaggi

Guida Viaggi Thailandia

Guida Viaggi Thailandia

La Thailandia è uno dei Paesi più affascinanti e variegato dell’Asia. Montagne a nord, città al centro e mare al sud è una semplificazione che tuttavia rende bene l’idea della sua incantevole diversità.

Per conoscere una parte importante della vita e della cultura tailandesi bisogna trascorrere qualche giorno a Bangkok. Qui si concentrano i contrasti di un intero Paese: zone estremamente povere ed altre caratterizzate da hotel e ristoranti di lusso, caos cittadino dovuto principalmente al traffico mostruoso e luoghi raccolti dove potersi isolare e rilassare.

Sono tantissime le bellezze da vedere e le attrazioni culturali presenti in città. Innanzitutto i templi: il Wat Phra Kaew, detto anche il Tempio del Buddha di Smeraldo, è il più sacro tempio buddista in Thailandia; il Wat Pho, il Tempio del Buddha sdraiato e soprattutto il Wat Traimit che custodisce la famosa statua del Buddha d’oro alta 3 metri. Tra gli edifici civili devono assolutamente essere visti il Palazzo Reale Chakri Maha Prasat e l’edificio Maha Monthien che fa parte del medesimo complesso. A poca distanza ci sono anche i meravigliosi Giardini di Siwalai e l’Isola di Rattanakosin sulla quale c’è il Museo Nazionale Tailandese, uno dei più importanti dell’intero continente.

Oltre al centro di Bangkok, anche le zone periferiche custodiscono interessanti e caratteristici luoghi turistici. Tra questi il Mercato galleggiante del Wat Sai nel quale, insieme a quello diurno di Pratunam, si può acquistare di tutto a prezzi decisamente bassi, dal cibo agli abiti, dai prodotti di artigianato locale a souvenir.

La parte nuova della città, quella ad est del fiume Chao Phraya che taglia Bangkok, è ricca di quartieri commerciali e residenziali dove soggiornano anche la maggior parte dei turisti durante le loro vacanze in Thailandia. Qui c’è anche il cuore della vita notturna della città grazie a numerosi locali e si può mangiare anche dell’ottimo cibo tipico, così come nel quartiere di Banglamphu. Infine una passeggiata nel cuore dei quartieri cinese e indiano vi farà osservare il frenetico e caotico scorrere della vita tailandese.

Il nord del Paese è altrettanto ricco di attrazioni. Qui vi sono le montagne più alte, ideali per gli appassionati di trekking, una natura selvaggia ed incontaminata caratterizzata da foreste pluviali ed alcune splendide città. Tra queste ultime Chiang Mai, seconda città dopo Bangkok per grandezza e numero di abitanti, Chiang Rai, Lampang e Lamphun.

Chiang Mai, ben collegata con la capitale, ha alcuni dei templi più affascinanti della Thailandia come il Chedi Lang, il Phra Singh, il Chiang Man che contiene un Buddha di cristallo risalente a 1800 anni fa ed il Suan Dok. Gli edifici religiosi buddisti sono anche le attrazioni di Chiang Rai e Lampang mentre Lamphun, antica capitale dell’Impero, abbaglia per i suoi splendidi palazzi.

Due città da non perdere sono Nakhon Pathos e Ayuthaya.

Situata a soli 60 km ad ovest della capitale, Nakhon Pathos è la città più antica del Paese. Qui c’è il monumento buddista più alto al mondo, il Phra Pathom Chedi che risale al VI secolo.

Ayuthaya invece è stata per circa 400 anni la capitale del regno. Meraviglioso esempio di architettura tailandese, la città con i suoi templi e le sue rovine, a seguito della conquista birmana, è Patrimonio dell’Umanità. Oltre ai numerosi templi con antichissime statue di Buddha in città si può ammirare anche l’enorme struttura in legno dell’Elephant Kraal, il recinto degli elefanti.

Il sud della Thailandia è uno dei paradisi dei turisti di tutto il mondo. Visitare il paese senza trascorrere qualche giorno tuffandosi nelle acque verdi e blu del suo mare e stare distesi sulle sue spiagge di sabbia fine significa non aver visto la Thailandia. Tra le più belle vi sono Ko Samui, Ko Pha-Ngan e Pukhet.

La prima è davvero incantevole: sulle spiagge vi sono palme di cocco a due passi da un mare cristallino ideale per praticare snorkeling ed immersioni; si può alloggiare sulla sabbia soggiornando in un bungalow con il tetto in paglia. Tra le spiagge più belle vi sono le tranquille Mae Nam e Bo Phut e le più affollate Hat Chaweng e Hat Lamai .

Con pochi minuti di navigazione si raggiunge Ko Pha-Ngan, una delle Isole preferite dai giovani per le mega-feste in spiagge che animano le notti tailandesi.

Phuket è detta “la perla del Sud”. E’ la più grande delle Isole della Thailandia e la sua costa alterna spiagge lunghe a due passi dalla vegetazione tropicale a rocce e scogliere altrettanto incantevoli. Qui le acque sono uniche: il Mare delle Andamane infatti è uno dei migliori del sud-est asiatico e si possono trascorrere dei momenti fantastici anche solo stando ad ammollo.

Due delle caratteristiche principali che si trovano sia nelle località maggiormente turistiche che nelle città tailandesi sono la cordialità e l’ospitalità della popolazione da una parte ed il rapporto qualità-prezzo dall’altra. Per questo il Paese è diventato una delle mete preferite dai turisti di tutto il mondo.

Dal momento che il Paese ha una forma geografica che si potrebbe definire verticale, il clima è diverso tra la zona del nord e quella delle Isole a sud. Tuttavia i primi mesi dell’anno sono ideali per visitare il Paese.

Vi sono frequenti voli per la Thailandia che partono da Roma Fiumicino e da Milano Malpensa verso uno dei due aeroporti internazionali di Bangkok mentre anche da altre città italiane partono voli charter che raggiungono Phuket e le principali Isole del sud.

Ultimi articoli che hai visto

Guida Viaggi Caraibi

Tanzania: tra mare, safari e cultura

Uganda Railway – Kenya

Saona – Santo Domingo

Samana – Repubblica Domenicana

LEAVE A COMMENT