Guida Viaggi

Guida Viaggi Naxos

Guida Viaggi Naxos

Naxos, detta anche Nasso, è la più grande tra le Isole delle Cicladi. Situata al centro dell’arcipelago, presenta numerose attrazioni turistiche che la rendono una delle località greche più visitate.

Ciò che spinge i turisti a visitarla ci sono senza dubbio il meraviglioso Mare Egeo che la bagna, le spiagge e le tracce dell’antica civiltà greca.

Sin dall’antichità l’Isola era densamente abitata. Il motivo principale risiedeva nel fatto che da sempre Naxos ha un terreno molto fertile che consente la coltivazione di numerosi ortaggi, verdure, alberi da frutta e soprattutto olio e vino che costituiscono ancora oggi, insieme al turismo, il volano dell’economia locale.

Le civiltà che hanno vissuto sull’Isola hanno lasciato tracce importanti della loro presenza. La prima che si mostra a coloro che sbarcano a Naxos è la “Portara”, il simbolo stesso dell’Isola. E’ un’enorme porta di 6 metri che doveva essere parte del Tempio di Apollo la cui costruzione, iniziata nel VI secolo a.C., non fu mai conclusa.

A circa 5 km dalla capitale Chora, nel villaggio di Yria, ci sono le rovine del Tempio di Dionisio, dio che secondo la leggenda viveva nelle lussureggianti foreste dell’interno dell’Isola. Dai resti si evince chiaramente lo stile architettonico ionico dell’intera opera e l’enorme sito costituisce un’importantissima testimonianza storica ed archeologica.

Da non perdere sono anche il Tempio di Demetra che si trova a Gyroula, le statue di giovani uomini Kouros dalle notevoli dimensioni, tali da far pensare che potessero essere destinate a sorreggere il tetto di un tempio, e la grotta dedicata al Dio Zeus. Quest’ultima si trova nel cuore di Naxos, nei pressi del villaggio di Filoti. Raggiungerla è piuttosto impegnativo ma dall’alto della grotta, costruita sul monte Zas, il più alto delle Cicladi, si può osservare un panorama unico. La caratteristica principali del suo interno risiede nella presenza di enormi formazioni stalattiti e stalagmiti.

L’attrazione turistica principale dell’Isola sono tuttavia le sue spiagge, la maggior parte delle quali si trovano sulla costa occidentale di Naxos, quella dove ci sono sia la capitale, Chora, che il porto e l’aeroporto.

Tra le più frequentate sono da menzionare Sant’Anna e San Procopio, caratterizzate da una lunga striscia di sabbia fine e da un mare limpido oltre che da tutti i servizi per i turisti. Per gli amanti del relax e per coloro che cercano spiagge meno affollate l’ideale sono senza dubbio Pirgaki e Kastraki, piccoli paradisi tropicali fatti di calette in cui si può ritrovare anche da soli.

La costa orientale è la più selvaggia dell’Isola. Pur essendo maggiormente esposte al vento e più difficili da raggiungere, ciò non toglie nulla al fascino che sprigionano le lingue di sabbia presenti nei pressi degli abitati di Lygaridia e Moustsouna, bagnate da un mare cristallino meraviglioso. In questa parte di Naxos si trovano spiagge circondate da cedri, uliveti e vigneti in una magica atmosfera bucolica.

Sono tanti i villaggi presenti sull’Isola. Merita una visita Chora, la capitale. Approdo naturale per chi raggiunge Naxos via mare presenta una meravigliosa passeggiata dove si può ammirare  un tramonto da sogno. E’ una città che mescola antico e moderno, tracce di un passato glorioso da una parte ed una vocazione turistica moderna dall’altra.

La zona del porto è caratterizzata da numerose strutture ricettive come hotel ed affittacamere e da bar, ristoranti e locali dove si può mangiare dell’ottimo pesce, soprattutto il polipo, la tipica cucina greca fatta di formaggi come la feta e piatti di carne come il Gyros o il Patoudo, maiale il primo e capretto il secondo. Il tutto accompagnato dal buon vino locale.

Le stradine strette di Chora, dove si affacciano non solo negozi di ristorazione ma anche abitazioni e negozi, sembrano quasi naturalmente portare al Kastro, ovvero il Castello, costruito durante la dominazione dei veneziani. Posto in alto rispetto al resto della città, domina il porto ma conserva purtroppo solo una delle dodici torri di avvistamento.

Uno dei villaggi principali di Naxos è Apeiranthos. Situato al centro dell’Isola, è importante per la produzione di marmo, materiale con il quale sono costruiti tutti gli edifici. Da vedere è anche Sagri dove il paesaggio è caratterizzato dalle tipiche costruzioni di color bianco e dai tetti azzurri, presenti in tutte le Isole Cicladi.

La modalità più semplice per raggiungere Naxos è con un volo che dall’Italia faccia scalo ad Atene. In alternativa si può optare per un viaggio in mare dal Pireo, dalle Isole di Mykonos o Santorini

Ultimi articoli che hai visto

Guida Viaggi Caraibi

Tanzania: tra mare, safari e cultura

Uganda Railway – Kenya

Saona – Santo Domingo

Samana – Repubblica Domenicana

LEAVE A COMMENT