Guida Viaggi

Guida Viaggi Valencia

Guida Viaggi Valencia

Valencia è una delle città da non perdere durante un viaggio in Spagna. Terza città per numero di abitanti, dopo Madrid e Barcellona, è la capitale della Comunidad Valenciana, la regione che si trova immediatamente a sud della Catalogna e l’influenza della regione vicina si nota soprattutto nella lingua: il valenciano infatti è molto più vicino al catalano che al castigliano parlato a Madrid.

Valencia ha avuto un incredibile sviluppo con l’edizione della Coppa America di Vela del 2007. In questi ultimi anni infatti è stata operata un’azione di ristrutturazione urbanistica e di rivalutazione della città. Sono migliorati i trasporti con la costruzione della prima linea di metropolitana, recuperate e restituite ai cittadini diversi tratti di spiaggia in disuso ed iniziata un’opera di valorizzazione dei monumenti.

Ciò ha fatto sì che a Valencia convivano la modernità delle nuove costruzioni con le antiche testimonianze storiche.

Il centro della città, uno dei meglio conservati d’Europa, è ricchissimo di monumenti: la splendida Cattedrale del XIII secolo con la cupola in stile gotico, El Micalet, torre ottagonale simbolo di Valencia, la basilica reale di Nuestra Senora de los Desemparados, patrona della città.

Affascinanti sono le Torri di Serranos e di Quart, ovvero le antiche porte di accesso a Valencia mentre, tra le strutture laiche, spiccano il Palazzo della Generalitat che fonde diversi stili architettonici tra cui sono visibili tracce arabe, e Lonja de Mercaderes, dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’Umanità. Costruita nel XV secolo, il cosiddetto secolo d’oro valenciano, è uno dei massimi esempi di gotico in Spagna.

Il gotico ed il barocco sono i due principali stili architettonici delle opere cittadine antiche che danno ancora bella mostra di sé.

Tra le costruzioni recenti assolutamente da vedere è la Ciutat de les Arts i les Ciències, simbolo della rinascita della città in senso turistico. Al suo interno vi è il più grande acquario d’Europa. Il complesso copre un’immensa area divisa in zone che riproducono i diversi ambienti marini della Terra. La Città delle Arti e delle Scienza ospita anche l’Emisferio, un complesso a forma di occhio umano che si ricompone con lo specchiarsi nell’acqua.

Visitare Valencia significa anche ammirare il Mercado Central. Qui colori, odori e suoni si mescolano in un ordine di gran lunga maggiore rispetto al mercato della Boqueria di Barcellona. Le vetrate fondono la luce solare con quella dei frutti, delle verdure e dei prodotti venduti in un’atmosfera unica ed affascinante.

Come detto, la rivalutazione della città ha coinvolto anche le sue spiagge. Oggi è tutt’altro che raro vedere centinaia di cittadini e turisti prendere il sole in piena città sulle spiagge di Las Arenas e Malvarrosa e poi spostarsi di pochi metri per cenare in uno dei tantissimi ristoranti del lungomare valenciano.

La città, dal punto di cista culinario, è famosa in tutto il mondo per la famosa paella. Infatti il piatto è nato proprio qui e, nonostante si possa mangiare un po’ dappertutto, solo a Valencia ve la serviranno rispettando alla lettera la ricetta originaria: l’ingrediente base è il riso e poi si può scegliere tra un condimento di solo “pescado” ovvero pesce e frutti di mare, solo carne, oppure una paella mista.

Un punto di forza di Valencia è il clima. La città è infatti caratterizzata da un inverno relativamente mite ed un’estate calda. Ciò consente di visitarla praticamente tutto l’anno.

Molto ricca è anche la vita notturna: il quartiere di El Carmen così come Piazza Canovas sono ricchi di bar, locali e discoteche.

Un periodo dell’anno in cui la città si anima e si lascia trascinare da una contagiosa gioia collettiva è la settimana delle “fallas”, le grandi feste del mese di marzo in onore di San Giuseppe. La città viene chiusa al traffico e tutti i valenciani si riversano in strada per festeggiare.

Per una gita fuori porta la tappa d’obbligo è il Parco Naturale dell’Albufera. Situato a soli 15 km a sud della città e perfettamente collegato a Valencia tramite bus, è uno degli spazi naturali più rappresentativi dell’intera Spagna. Al suo interno è possibile ammirare tantissime specie di animali ed una ricchissima flora nonché un enorme lago.

Valencia è facilmente raggiungibile dall’Italia. Ci sono infatti voli diretti con molte città del nostro paese tra cui Roma, Milano, Pisa e Bologna. Inoltre per gli amanti del mare vi sono navi che partono sia da Salerno che da Civitavecchia verso la città spagnola.

Ultimi articoli che hai visto

Guida Viaggi Caraibi

Tanzania: tra mare, safari e cultura

Uganda Railway – Kenya

Saona – Santo Domingo

Samana – Repubblica Domenicana

LEAVE A COMMENT